formazione texa

In Corim programmiamo mensilmente corsi di formazione in sede avvalendoci dei bravissimi formatori Texa.
Texa vanta un pacchetto folto di formazione in tutti i settori, partendo dai corsi Bike, passando dai settori più noti come Car e Truck, arrivando ai corsi di formazione Marine. Sempre al passo con le novità nel campo della Formazione Tecnica del settore elettronico dedicato ai veicoli industriali. I corsi sono concentrati sull'elettronica che gestisce il corretto funzionamento del motore.

D1T: TECNICHE DI AUTODIAGNOSI TRUCK

texa

OBIETTIVI:

Acquisire i concetti di base sul funzionamento e le strategie di intervento delle centraline di ultima generazione per la gestione dei guasti memorizzati. Conoscere le tecniche di diagnostiche per la ricerca del guasto utilizzando la funzione “Check Up Veicolo” e le procedure di ripristino e configurazione dei sistemi elettrici ed elettronici presenti sui veicoli dopo una manutenzione o la loro riparazione.

PROGRAMMA:
Utilizzo del Software TEXA per l’autodiagnosi, modalità di scelta del veicolo/sistema e scansione con lettura Errori Totale del Veicolo. Interpretazione delle pagine dei parametri ingegneristici, degli errori, gli stati, la pagina ISO, le attivazione e le regolazioni. Introduzione ai sistemi elettronici: controllo motore, ABS/EBS, cambi automatici, sospensioni e rallentatori. Analizzare le procedure di diagnosi motore (disinserimento cilindri, bilanciamento cilindri Volvo), di sostituzione centraline (EBS WABCO per rimorchi), di calibrazione sospensioni (Mercedes, Iveco), di azzeramento Service (MERCEDES), di inizializzazione frizione (Mercedes, MAN, Volvo). Durata: 8 ore


D3T: TECNICHE DI DIAGNOSI, AZZERAMENTI E CONFIGURAZIONI TRUCK

texa

OBIETTIVI:

Al termine del corso l’allievo sarà in grado di: interpretare i risultati dei test diagnostici nelle motorizzazioni Cursor e Tector Iveco; eseguire correttamente la sostituzione di componenti quali iniettori, unità pompanti ed essiccatori elettronici; concludere in modo corretto le operazioni di manutenzione tradizionali nei principali cambi Mercedes, Volvo e MAN (sostituzione frizione, servo frizione o attuatori); sostituire la centralina nel cambio ZF AsTronic; effettuare gli azzeramenti della manutenzione nei veicoli Mercedes, MAN e Volvo.

PROGRAMMA:
Interpretazione risultati dei test motore Iveco, Classificazione iniettori Iveco, Volvo e DAF, Azzeramento filtro essiccatore Volvo, Sostituzione APM Renault, Inizializzazione cambi Mercedes, Inizializzazioni cambio I-Shift Volvo, Inizializzazione frizione cambio Comfort-Shift MAN, Procedura di sostituzione centralina ZF AsTronic, Manutenzioni Mercedes e MAN.
Durata: 8 ore

D4: DIAGNOSI CON OSCILLOSCOPIO

texa

OBIETTIVI:

Approfondire le tecniche di diagnosi tramite l’utilizzo dell’oscilloscopio con applicazioni e analisi delle forme d’onda comunemente generate dai sistemi elettronici di un veicolo. Apprendere le condizioni di funzionamento dei componenti, per diagnosticare il funzionamento, attraverso l’analisi dei segnali sia in forma analogica, che in forma digitale generate dalla rete CAN.

PROGRAMMA:
Funzionalità dell’oscilloscopio TWINProbe & UNIProbe e modalità di lettura dei segnali analogici e digitali come la lettura picco/picco, frequenza, PWM e la modalità T-NET per la linea CAN. Il corso si sviluppa prevalentemente in modalità pratica con “casi studio” quali: analisi del potenziale di massa e di alimentazione, verifica del segnale DFM degli alternatori, analisi dei segnali lambda, misuratore massa aria digitale e il sincronismo sensore di giri e fase. Vengono introdotte le nozioni utili per la verifica dei segnali digitali delle reti CAN-BUS grazie all’uso facilitato dello strumento T-NET. Esempi pratici sulle seguenti case costruttrici: Fiat, Nissan, Renault, Peugeot e Volkswagen.
Durata: 8 ore

G17: DIAGNOSI DEI SISTEMI DI RETE

texa

OBIETTIVI:

Apprendere le metodologie per identificare i guasti sui collegamenti di rete Can. Essere in grado di analizzare i diversi protocolli di trasmissione presenti nei veicoli industriali con particolare approfondimento sulle architetture di rete Mercedes e Volvo e sul sistema Multiplex di Iveco Stralis. Saper interpretare gli errori e analizzare i segnali digitali con l’utilizzo degli strumenti di misura.

PROGRAMMA:

Collegamento Analogico e Digitale: analogico e digitale, trasmissione seriale e parallela, protocollo, livello fisico, trasmissione sincrona o asincrona.
Funzionamento e analisi delle anomalie: procedura di identificazione guasto, T-NET.
Network di rete: Network Mercedes Actros MPII, Network Volvo FH
Networ k Iveco Stralis: Network Stralis Euro 3, Network Stralis Euro 4/5
Ricerca anomalie: Limp-Home del BCB attivo, il veicolo non si avvia, problemi di comunicazione con lo strumento di diagnosi, problemi sul VDB, funzionamento anomalo luci stop, limp-home attivo del BCB.
Durata: 12 ore


G18: GESTIONE MOTORE COMMON RAIL TRUCK

texav

OBIETTIVI:

Fornire al tecnico le nozioni sul funzionamento e le caratteristiche costruttive del sistema di iniezione diretta Common-Rail. Riconoscere tutti i componenti dell’impianto e verificare la loro funzionalità attraverso la strumento di Autodiagnosi e con l’oscilloscopio. Eseguire le prove di pressione del circuito idraulico dell’impianto. Distinguere le varie generazioni di Common-Rail.

PROGRAMMA:
Analisi impianto Common Rail di I° generazione: pompa CP1, CP2, elettroiniettori CRI1 e CRIN1, CRI1 e CRIN1; Common Rail di II° Generazione: Pompa CP3.x, Pompa CP1H, Pompa CPN2.2, CPN2.2 e CPN2.4 Pompa CP4, Pompa PF, Pompa Delphi DFP1 (Ford o Renault), Pompa Delphi DFP3; Common Rail III° generazione: 2.4.1 Pompa CP3.3NH e CP3.4 e Bosch, Pompa Cummins-Scania, Pompa Siemens (Ford, PSA, Renault), Pompa DELPHI Piezotec (MB); Common Rail IV° generazione: Pompa CPN5, Iniettori CRIN4 Bosch (X-Pulse NewMercedes Actros).
Durata: 6 ore

G19: SOSPENSIONI A CONTROLLO ELETTRONICO

texa

OBIETTIVI:

Apprendere il funzionamento e le caratteristiche costruttive dei sistemi di sospensioni pneumatiche a controllo elettronico. Acquisire le logiche di intervento e le differenze tra il sistema ECAS WABCO, il sistema KNORR e l’impianto Bosch Knorr-Bremse. Riconoscere i componenti e le modalità di diagnosi, attuare le procedure di calibrazione con lo strumento di autodiagnosi per i veicoli DAF, Iveco, MAN, Mercedes, Renault, Scania e Volvo.

PROGRAMMA:

Struttura di un sistema a sospensione pneumatica, tipologie di sistemi, individuazione dei componenti, controllo delle pressioni, controllo assale sollevabile, traction help, etc.. Architettura e componenti impianto ECAS, centralina, sensori di pressione e attuatori delle varie configurazioni più comuni (4X2, 6X2, etc.) e delle differenze fra i vari livelli di sviluppo. Diagnosi del sistema e procedure di calibrazione per i veicoli DAF, Iveco, MAN, Mercedes, Renault, Scania e Volvo. Descrizione e differenze dell’impianto ECS con descrizione dei componenti, le strategie di recovery e le procedure dicalibrazione.
Durata: 12 ore


G20: PROGRAMMAZIONE AVANZATA EBS RIMORCHI

texa

OBIETTIVI:

Apprendere le logiche di funzionamento e la struttura dei diversi sistemi frenanti a gestione elettronica per veicoli rimorchiati. Acquisire le modalità di intervento sui differenti impianti quali EBS WABCO, EBS KNORR-Bremse e EBS HALDEX e le nozioni necessarie per diagnosticare i guasti più comuni e rimuovere le cause seguendo le procedure di riparazione idonee. Eseguire le regolazioni disponibili in base all’impianto e le configurazioni presenti su tali sistemi.

PROGRAMMA:

Struttura di un sistema EBS, il correttore di frenata elettronico, i componenti principali, il modulatore EBS, le valvole relè EBS e ABS, etc. Le configurazioni e le regolazione con l’ausilio dello strumento di autodiagnosi , il trasferimento di configurazione, la parametrizzazione di una centralina, etc. etc. . Descrizione di tutti i rischi che l’operatore incontra durante l’utilizzo delle funzioni di regolazione presenti all’interno dell’autodiagnosi. Attenzione: le regolazioni disponibili sul SW IDC4, comprese le funzioni speciali, per le tarature dell’impianto frenante, vanno eseguite con la consapevolezza dei principali rischi che ci sono nell’utilizzo delle programmazioni avanzate.
Durata: 12 ore


G21: IMPIANTI DI RIDUZIONE CATALITICA SELETTIVA SCR/ADBLUE TM

texa

OBIETTIVI:

Conoscere il funzionamento dei sistemi SCR per i veicoli Euro V e Euro VI, le implicazioni legali e i limiti tecnologici. Le tipologie di impianto presenti sul mercato adottate dai diversi costruttori di veicoli, illustrandone tecnicamente il principio di funzionamento. La diagnosi e le regolazioni specifiche per ogni marca, con spiegazione dei parametri e dei test.

PROGRAMMA:

Normative antinquinamento europee; tecnologie post trattamento: sistemi con filtro antiparticolato, sistemi con DPF; tipologie di impianto SCR; anomalie e guasti; analisi impianti tipo Bosch Denoxtronic e procedure di autodiagnosi su DAF, MAN e SCANIA; analisi impianti tipo Bosch Denoxtronic2 e procedure di diagnosi su IVECO e Volvo Renault; Diagnosi impianto CUMMINS type System; analisi e diagnosi impianto Mercedes Bluetec; funzionamento impianto Scania/Mercedes Euro VI.
Durata: 12 ore


S1T: GESTIONE MOTORE COMMON RAIL IVECO EDC7

texa

OBIETTIVI:

Conoscere il funzionamento del sistema EDC7 su motori F4A Tector, motori EU5 EEV e EU6 e motorizzazione IVECO versione Euro 3. Saper analizzare e controllare il circuito idraulico Euro 3 e Euro 4/5 con centralina EDC7 UC 31. Effettuare il controllo dei componenti con l’utilizzo dell’oscilloscopio e dell’autodiagnosi, regolazioni e codifiche per la ricerca guasti.

PROGRAMMA:

Analisi impianto Common Rail con sistema EDC 7 applicato al gruppo IVECO; controllo del circuito idraulico con verifica delle pressioni Euro 3, controllo dei componenti e pin out della centralina EDC; controllo del circuito idraulico con verifica delle pressioni del sistema Euro 4/5, analisi e controllo dei componenti elettronici e delle strategie di intervento, verifica con oscilloscopio dei segnali e analisi dei degli errori e dei paramenti tramite la lettura con strumento diagnostico.
Durata: 6 ore


S2T MAN: GESTIONE MOTORE COMMON RAIL MAN EDC7/C32

texa

OBIETTIVI:

Conoscere il funzionamento del sistema EDC7 in combinazione con un Common Rail di II° generazione applicato a tutta la gamma dei veicoli stradali MAN. Saper analizzare e controllare il circuito idraulico Euro 3 e Euro 4/5 con centralina EDC7 C32. Effettuare il controllo dei componenti con l’utilizzo dell’oscilloscopio e dell’autodiagnosi, regolazioni e codifiche per la ricerca guasti, test di compressione e disinserimento cilindri.

PROGRAMMA:
Sistema EDC7 applicato al gruppo MAN: circuito idraulico con controllo delle pressioni del sistema, analisi e funzionamento dei componenti presenti sulla versione Euro 3. Analisi e controllo dei componenti elettronici e delle strategie di intervento, verifica con oscilloscopio dei segnali e analisi dei degli errori e dei paramenti tramite la lettura con strumento diagnostico dei sistemi Euro 4 e Euro 5 con centralina elettronica EDC7 C32.
Durata: 6 ore

S3T: GESTIONE MOTORE DMCI - DAF MULTI CONTROLLED INJECTION K

texa

OBIETTIVI:

Conoscere il funzionamento del sistema DMCI e i suoi componenti, il circuito idraulico dei motori MX e PR e saper verificarne le pressioni. Conoscere il funzionamento del freno motore MX, del turbocompressore con Wastegate, dell’elettronica E-FAN, Pin-out della centralina e descrizione rete CAN. Effettuare la procedura di codifica delle unità pompanti e degli iniettori, i test di accelerazione, prestazione cilindri, compressione e prestazione turbina, le procedure di diagnosi con gli strumenti TEXA

PROGRAMMA:

Analisi componenti del sistema con i collegamenti e i pin-out della centralina DMCI CF75, verifica dei sensori con prove di oscilloscopio e controllo del circuito idraulico. Vengono spiegate le funzioni supplementari, i test di compressione e pressione cilindri, di accelerazione, del relè candelette e del turbocompressore. Le regolazioni del sistema DMCI, come la codifica pompe e iniettori.
Durata: 8 ore


ABILITA CLIMA

texa

Il 1° gennaio 2015 è entrato in vigore il Regolamento CE n. 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra, che abroga il Regolamento (CE) n.842/2006, ed estende l’ambito di applicazione ad apparecchiature che utilizzano quantità considerevoli di gas fluorurati e introduce requisiti aggiuntivi per la tenuta dei registri.
Il personale addetto al recupero dei gas fluorurati dagli impianti di condizionamento d'aria dei veicoli a motore, per poter operare in officina, anche solo per una semplice ricarica e per l’acquisto del gas R134a deve essere in possesso dell'ATTESTATO di ABILITAZIONE rilasciato da un ORGANISMO di ATTESTAZIONE certificato a complemento di un corso di formazione.

In ottemperanza al DPR n.43/2012, l'ATTESTATO di ABILITAZIONE può essere rilasciato solo all’operatore regolarmente iscritto al Registro telematico nazionale delle imprese e persone certificate fgas, come persona che svolge attività di recupero di taluni gas fluorurati ad effetto serra dagli impianti di condizionamento d'aria in determinati veicoli a Motore, Reg. CE n.307/2008. Le procedure per l'iscrizione al registro telematico delle imprese e delle persone per il Reg.307/08 le potete consultare sul sito fgas alla pagina https://scrivania.fgas.it/Home/Modulistica# .

Per approfondimenti sul regolamento e per conoscere le prossime date dei corsi, contatta l’ufficio Assistenza Tecnica Corim Srl 081 7598467 int. 4.